L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 28.1925

Page: 3
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1925/0025
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
IL CORREGGIO E GAUDENZIO FERRARI

3

sorriso che inarca la piccola bocca di Maria; ma non è traccia dei tormenti intellettuali-
stici del Fiorentino in quel sorriso, tutto di raccoglimento, di benessere fisico, di grazia
femminea.

La Vergine lattante del Correggio è un inno alla maternità terrestre. L'ombra dei
boschi la protegge, come protegge la zingarella addormentata col suo bimbo: in entrambi

Fig. 2. — Gaudenzio Ferrari : Madonna col Bambino nella raccolta Borromeo all'Isola Bella.

i quadri, la scena del riposo durante la fuga in Kgitto è modificata in senso tutto correg-
gesco, di umana gioia: Giuseppe e l'angelo scompaiono: l'idillio materno si svolge, unico
nella voluttuosa dolcezza dei gesti, nella tenera sostanza che forma il torso del bimbo,
le mani della Vergine, le spire lucenti e arruffate dei riccioli e le pieghe argentine del velo
sul seno di Maria. Come la linea, il colore ripete le note predilette dal Correggio: il verde
muschio strisciato di lumi d'oro sulla zolla che forma seggio alla Vergine, il verde marino
del manto e il risvolto gialloro, il lilla primaverile della veste, dolcemente fuso col bigio.
loading ...