L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 28.1925

Page: 100
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1925/0122
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
100

ADOLFO VENTURI

vittima dalle forme ampie e magnifiche; i contorni ondati della cima del Calvario sem-
brano prolungare all'infinito il gesto di Maria, il suo grido d'angoscia: tutto desta l'impres-
sione della vita che si spegne. Gli occhi del Cristo non sono chiusi, si dilatano lenti, come
fissando a fatica il cielo invisibile sopra il suo capo: sguardo umanissimo che in sè rac-
coglie pacificato e profondo il dolore espresso dalle gambe tese in croce, da una maini

Fig. ir. — Ercole de' Roberti: Disegno nell'Albertina di Vienna.

contorta, dal petto oppresso: il corpo, non di cadavere, lotta ancora; il volto esprime
solo una rassegnazione infinita, l'abbandono al destino. Eterno, impietrito, spettrale, il
gruppo di Liverpool; caldo ancora di vita, inspirato a un senso di alto romanticismo, il
gruppo di Vienna.

* * *

Oltre il rarissimo Francesco del Cossa, la galleria di Edimburgo vanta un'altra opera
di scuola ferrarese, un ignorato quadro di Antonio Cicognara (fig. 12), pittore di origine
cremonese, seguace del Tura e di Francesco del ( ossa, autore di un'anconett'a firmata, la
loading ...