Bullettino archeologico Napoletano — N.S.2.1853-1854

Page: 121
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ban1853_1854/0123
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
BULLETTL\0 ARCHEOLOGICO NAPOLITANO.

NUOVA SERIE

N.° 41. (17. dell'anno IL) Marzo 1854.

Monete diverse della collezione Mongelli__Moneta di Eraclea del real museo Borbonico.

Monete diverse della collezione Mongelli. — Monete di
Eraclea del real museo Borbonico.

Dopo la morie di Francesco Mongelli, la raccolla
di antiche medaglie da lui posseduta andò in varie
mani dispersa. Intanto mi venne fatto di osservare
presso gli eredi del defunto una serie di disegni di
monete eseguiti dal sig. Andrea Russo: e poiché vidi
che tra molte cose ovvie e comuni eranvene alcune
di non lieve importanza, chiesi ed ottenni facilmente
il possesso di quei disegni. Ora ne presento in partala
pubblicazione ne'numeri 1, 2, 3, 6, 7, 8, 9, 10, l i,
12, 13, 14, e 19 della (av. IX. Prima di parlar bre-
vemente di queste differenti medaglie, credo oppor-
tuno di fare una generale dichiarazione, che non es-
sendo quei disegni eseguiti sotto i miei occhi, non
posso garantirne la esattezza , se non avuto riguardo
alla solita diligenza del sig. Russo : ed avrò io stesso
la occasione di presentar qualche dubbio sulle leg-
gende di alcune delle medaglie , essendo noto che le
iscrizioni sono più facilmente ravvisale dagli archeo-
logi che dagli artisti.

1. Testa gorgonica di fronte
)( Testa di loro di fronte, intorno sei globelti. Ae.
(mod. 10 scala di Riccio).

Probabilmente questa monela, che dal disegno ad-
dimostrasi grave e pesante , appartiene alle divisioni
degli assi italici : e dee riputarsi un sentisse ; giacché
i due globelti, che veggonsi da ciascuno de' due lati
della testa del toro, sembrano segno di valore, e non
già indizio d'infule pendenti rozzamente figurate. Non
voglio con certezza determinare l'attribuzione di que-
sta medaglia. Solo ricordo che traile divisioni degli
assi italici incontrasi la monela de' Yestini, epropria-

AA'NO fi.

mente il sestante con la testa di loro eia luna crescente
(mus. Kircher. ci. IV tav. Ili B, 1 cf. Carelli tab. XXX
n. 4, e Cavedoni ad h. I. p. 8); ma non corrisponde
nò per la fabbrica nò per la grandezza. È pur risa-
puto che lo stesso tipo al rovescio di una testa giova-
nile ed imberbe riscontrasi nel quadrante di Fermo
(Vermiglioli opusc. tom. IV p. 85 eseg. Àesgr. Kir-
cher. p. 28 ci. II tav. IV B f. 8: Mommsen rdmkcke
Miinzwesen p. 144, che ne riporta il disegno ivi a p.
116). Ma ripeto che mi astengo da qualunque parti-
colare determinazione, non avendo potuto esaminare
1' originale, per istudiarne almeno la fabbrica.

2. Testa gorgonica di fronte
)( Due globelti. Ae. 9.

Non ci sembra da dubitare che questa medaglia ap-
partenga a Camarina di Sicilia : essendo solito il tipo
della testa gorgonica, e conoscendosi il semisse ed il
quadrante anepigrafi. Ci sembra nuovo il sestante in
questo medesimo sistema; giacché non ricordiamo se
non che quello con la civetta, e la epigrafe KAMA
al rovescio ( v. Mionnet descr. I p. 223-224 ).

3. Testa gorgonica di fronte

)( Palma, in giro epigrafe fenicia. Ar. 5+.
Questa monetina è la stessa la quale è stata pub-
blicata da altri, ed ultimamente dal dotto Gesenius ,
che ne fe l'attribuzione a Molye della Sicilia ( vedi la
tav. 39 n. XII A, B). Tutti gli esemplari, de'quali
ci è riuscito veder la pubblicazione, e tutti quelli che
abbiamo noi stessi esaminali, offrono la particolarità
della lingua prominente dalla bocca della gorgonica
lesta : e forse era così pure nell' esemplare del signor
Mongelli, ma la poca conservazione in quella parte
della moneta impedì che fosse agevolmente ravvisato,
La spiegazione del Gesenius (p. 297) è stala ammessa

17
loading ...