L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 25.1922

Page: 54
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1922/0080
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
54

LIONELLO VENTURI

cielo sono indicati i due diavoli che si fanno riscontro — quello di destra, per mancanza
di spazio, oltrepassa con la buccina la vela — e per ragione di simmetria i santi
diventano quattro, due a sinistra e due a destra (fig. 8).

IX. L'incisione di Nicolas Beatrizet (Dumesnil, Le peintre-graveur francais, Paris,
1865, t. TX, n. 9. Bartsch, n. 16). Reca la scritta:

amici:. QVISQVIS. ES. EN. TIB] . ATRI1 . VATICANI . PISCATORVM . NAVI-
CVLAM . OPERE . MVSIVO . OLIM . a. JOTTO . PICTORE . FIORENTINO . ANNO .
MCCCXXXV . CVM . SVIS . PISCATORIBUS . CETERIS . Q . /ALIIS . ORNAMEN TIS .
EEFKiIATAM . PERELEGANTER . NVNC . AVTEM . EAM . ITA . VT . VIDES . NI-
COLA VS . BEATRIZIVS . LOTHARINGIVS . AHENEIS . TABELLIS . INCISAM .
NON. MINORI . ARTIFICIO . ET/ ELEGANTI A . R l'P K A ESENTAVI T . ROM.E.
M . i) . i. . i . x .

È ricordato dal Dumesnil uno stato della stampa, ove è scritte anche: « Romae Ant.°
Eafrerij ».

Questa stampa è ricordata dal Vasari (Opere, ed. Sansoni, V, 433) cosi: Nicolò Bea-
tricio Eoteringo ha « messo in stampa la nave di musaico, che fe' (dotto nel portico di
San Piero ». i'". siccome poco prima il Vasari parla eli un'altra stampa di Nicolò su « disegno
di Girolamo Mosciano pittore da Brescia». Crove e Cavalcaseli — e dopo di loro altri
scrittori — hanno parlato di una incisione del Muziano dalla Navieclla di Giotto, inci-
sione che non è mai esistita.

Per la prima volta qui appare il cardinale Stefaneschi inginocchiato sulla terra,
mentre Cristo è rappresentato sulle acque, in secondo piano. Tutta la scena è rovesciata.
Lo schema compositivo appare qui in una maniera nuova e che sarà conservata sin dentro
il sec. xvii (fig. 9).

X. L'incisione di Mario Labbacco. Reca le scritte:

EX ARCHETYPO / NAVICVL/E/ QVAE PRO FORI BUS/VATICANI TEMPLI/
EGREGIO PICTO/RIÀE ARTIS / ANTISTITI IOTTO / ASCRIBITUR. Marius lab-
baccus faciebat / Romae cum privilegio ,'M . D . LXVII/.

Le altre epigrafi hanno intento religioso (fig. io).

XI. L'incisione inserita nelle Antiquitates almac Urbis Romae ab Andrea Palladio et
variis Autoribus collectae, Romae M. DC XVIII, pag. 82.

XII. Disegno del Codice Barberino Latino, n. 2733 della Biblioteca Vaticana, c. 14*»'
e 147'. È dell'anno 1619 (fig. 11).

XIII. Disegno del Codice Barberino Latino, n. 4410 della Biblioteca Vaticana, c. 29.
Contemporaneo, circa, del precedente (fig. 12).

XIV. Incisione di Giovanni Battista Falda da Valduggia, recante la seguente epigrafe:
« Facciata dove veniva situata la Navicella di Ciotto che riguardava il prospetto dell'An-
tica Basilica Vaticana Descritta da Carlo Padredio Disegnatore et Intaglila da dio. Batta
Falda ». Conosco questa incisioni1 per la riproduzione che ne ha data mons. Cascioli (Bcs-
sarione, xxxii (1916), p. 119). Si tratta di una ricostruzione dell'interno dell'antico
« Paradiso » di S. Pietro fatta nella metà del sec. XVII. La Navicella vi è riprodotta in
piccole proporzioni.

Caratteristico di questo gruppo di riproduzioni, dal n. XI al n. XIV, è di attenersi a
un medesimo schema corrispondente a quello del n. X.

XV. L'affresco conservato nella cappella di S. Maria praegnantium nelle Grotte Vati-
cane. La Navicella mantiene la forma rettangolare, ma ha già perdute il castello: è quindi
probabilmente posteriore alle imitazioni precedenti (fig. 13).

XVI. Disegno del Codice Barberiniano Latino, n. 4409, della Biblioteca Vaticana,
e. ;r. Rappresenta la Navicella nella sistemazione datale da Urbano Vili nel 1(129 su pro-
getto del Bernini. La Navicella presenta una lieve centinatura (fig. 14).
loading ...