L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 25.1922

Page: 109
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1922/0135
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
UN ALTRO BOZZETTO DEL BACICCIO

PER LA CAPPELLA DI S. IGNAZIO

Genova scarseggia di opere del suo grande figlio G. B. Gialli detto il Bacicelo, che
diede a Roma la sua migliore attività. Con singolare piacere ho perciò rinvenuto nella
scelta collezione privata del cav. Roberto Pittaluga un suo bozzetto, per il 5. Ignazio
della cappella dedicata al Santo nella chiesa del Gesù, De! (piale affresco erano prima
d'ora noti e pubblicati già due bozzetti: uno nella Galleria Nazionale di Roma, l'altro

G. I?. Gaulli : Gloria di S. Ignazio. Bozzetto nella coli. Roberto Pittaluga in Genova. (Fot. Labò).

presso il pittore Palumbo.1 Tanto numero di studi prova l'incontentabilità del pittore
nella preparazione di questo suo lavoro.

II bozzetto, che offriamo ai lettori, paragonato agli altri già conosciuti, ed all'affresco,
non ci presenta urta concezione diversa, ma una diversa fase della concezione unica
a cui il pittore si tenne fedele. E precisamente, la più lontana dall'affresco; per cui, si
dovrebbe ritenere la più antica. li lo svolgimento sarebbe da tracciare così: il bozzetto
Pittaluga. quello della Galleria Nazionale, e poi quello Palumbo.

Fin le proporzioni del bozzetto Pittaluga sono differenti, assai più allungate, cii
quelle dell'affresco. Il pittore non tiene ancora conto delle dimensioni della volta, nò
della sua architettura. Svolge in piena libertà un primo pensiero balenatogli alla mente.

1 Cfr. Maria Perotti, L'opera di Giambattista Gaulli in Roma, in L'Arte, iqi(>, pag. zcy e segg.
loading ...