L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 25.1922

Page: 129
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1922/0155
License: Free access  - all rights reserved Use / Order

0.5
1 cm
facsimile
LEONARDIANA

È stato di recente pubblicato, con generale ammirazione, il cartone Plettenberg-
Esterhàzy (fig. i) per il quadro del Louvre, la Vergine con Sant'Anna e il Bambino,
messo in vendita all'asta pubblica dal Museo Ernst di Budapest, e rispondente in modo
assoluto alla pittura, a differenza di tutti gli altri studi e cartoni noti per l'elaborato
quadro. E degno della sorpresa suscitata nel campo degli studiosi di Leonardo è vera-
mente il soffice nubiforme segno, che modella di pulviscolo lieve le figure, come la

Fig. i — Cartone attribuito a Leonardo.
Budapest, Museo Ernst.

cresta vaporosa di una montagna nel fondo. Pure, a un più attento esame, qualche ca-
rattere d'inferiorità rispetto alle opere di Leonardo si rivela innegabile: le ombre car-
boniose danno al volto sorridente di Sant'Anna aspetto di maschera, commentando,
con troppa crudezza per un'opera uscita dalla mano lieve di Leonardo, gl'infossamenti
rigidi del volto; le chiome della Vergine, intrecciate col velo, nel quadro, in ondulata
massa di arioso rilievo, qui aderiscono, impoverite, alle tempie; il polso pieghevole della
mano reggente il bambino diviene informe, come fasciato da un largo e crespo guanto.
Anche maggiori dubbi suscita l'esame delle stoffe: lo sbuffo della veste di Maria, a pieghe
concentriche, arrotolate, nel quadro, dietro la vita in una rapida voluta, disegna, nel
cartone, rade angolose uncinate pieghe; e un ghirigoro di cruda luce saetta le pieghe a

L Artt. XXV, 17.
loading ...