L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 22.1919

Page: 229
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1919/0251
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
L'AFFRESCO DI IACOPO ORGAGNA E DI NICOLÒ DI PIETRO

piuto dal Forami,1 nè è quindi il caso di indugiarsi di nuovo intorno ad esso, ma ci piace
invece dar notizia che anche nel se. xv l'affresco subì altri restauri e conobbe la mano ed
il pennello di altro artista.

Stefano di Antonio di Vanni, pittore fiorentino, fu incaricato nel 1441 di compiere
alcuni lavori alla parte centrale dell'affresco dell'Orcagna. Questo pittore, compagno di
Bicci di Lorenzo, e seguace, in pieno rinnuovamento dell'arte, della vecchia maniera, ha
avuto davvero nemica la sorte. Dei numerosi lavori eseguiti in Firenze specialmente
niente rimane. In questi ultimi anni, per caso, è stato rinvenuto un cenacolo frescato
nell'ex ospedale di S. Matteo, ora sede dell'Accademia delle Belle arti a Firenze, che è
attribuito a Stefano, il quale sappiamo lavorò in quell'ospedale. Ma il cenacolo è, nella
parte centrale, distrutto da una porta aperta nella parete nel 1783, epoca della soppres-
sione dell'ospedale.2

Trovandosi adunque Stefano a Volterra ove compì varii lavori, i priori lo incari-
carono del restauro che fu veramente compiuto, poiché il 21 agosto 1441, il pittore era
dal Comune soddisfatto, oltre che di alcuni lavori compiuti pel Comune, anche del rifaci-
mento « Virginis Mariae sancti Octaviani in sala consilii dominorum priorum».5

Mario Battistini.

1 L'illustratore Fiorentino per l'anno 1907 di
G. Carocct, pag. 129; E. Solaini, U affresco
attribuito ad Jacopo Orcagna nel palazzo dei. Priori
di Volterra.

3 Bollettino d'arte del Min. della P. I., anno I,

fase. i°, 1907, pag. 25; D. I-!. Marrai, Scoperta
di un affresco nel li. Istituto di Belle arti di Fi-
renze.

3 Arch. Stor. Comunale Volterra, filza A, nera
40. c. 77.

l'Arte, xxii, 30.
loading ...