L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 22.1919

Page: 105
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1919/0127
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
NUOVI DOCUMENTI ROBBIANI

(SECONDA SERIE)

r.

Andrea di Marco della Robbia sposa Giovanna
di Piero di Ser Lorenzo Paoli il 6 gennaio 1464
(stile fiorentino) e riceve una dote di F. 265 sol. 15
den. 7 il 16 settembre 1466.

1. Giovanna di Piero di Ser Lorenzo Pagholj
chome altra volta a fato a Libro Giallo c. 34 de
avere adj 6 di Genaio 1464 F. ccxxviiij sol. xiij
den. v per F. 64 sol. 7 den. 7 di chontantj per
valuta di F. 337 sol. 16 di moneta a F. 18 per
cento che Baldassare di Nicolò di Giovannj pro-
mutarono (sic) adj 5 di luglio 1457 al Quaderno
del numero 4 a c. 69 per anni 7 Y->--- F. ccxxviiij
sol. xiij den. v posto in questo a c. 220. F. ccxxviiij
sol. xiij den. v.

(Archivio di Stato, Officio del Monte delle Doti,
Libro Azzurro 1454-1472, Cartapecora segnato
N. 5 a c. 59t).

2. Giovanna chiamata Nanna figluola di Piero
dj Ser Lorenzo Pagholj cliom'altra volta a fatto
in questo c. 50 de avere per dj primo di maggio
1466 F. 36 sol. 2 den. 2 di contanti per valuta
di F. 59 di moneta a 17 per cento che Piero di
Ser Lorenzo portò adj 31 d'ottobre 1453 al Qua-
derno c. 65 e per annj vii i/ij . F. xxxvj sol. ij
den. ij.

Et de avere adj 6 di gennaio 1464
F. ccxxviiij sol. xiij den. v levatj in questo
c. 59. F. ccxxviiij sol. xiij den. v.

265. 14. 7

Anne avuto adj 16 di septembre 1466 F. due-
cento sessanta cinque sol. xvj den vij per lei
a Andrea dj Marco dj Simone della Robbia suo
marito per vigore di più cose facto secondo glj
ordinj del Monte de' qualj debe esser facto cre-
ditore a Libro di Filippo Lippi. F. cclxv sol. xiiij
den. vij.

(Archiv. idem., Cod. idem a c. 220').
3- Mcccclxvj

Comune di Firenze pel Monte % Delle fanciulle
unito chol Monte de iiij milionj De dare per più

dote pagliate per l'enfi-ascritte fanciulle chome
apresso Diremo et prima et chome apare al Qua-
derno di promute.

Giovanna di Piero di Ser Lorenzo Paoli (adi
16 di settembre) (Libro) Azzuro (c.) 220. F. 265
15 7-

(Archiv. idem, Spoglio contemporaneo d'un
Libro di Permute di Monte per fare doti, 1466-
1491, segnato N. 28 a c. 6o').

IL

Portata al Catasto del 1469 fatta da Giovanni
di Bernardo d'Antonio, lastraiuolo, padre di
Benedetto vocato Buglioni. Questa portata fu
fatta negli ultimi di agosto 1469 come si vede
dalla nota sul rovescio di carta 498 « R° e detto
adj 29 daghosto 1469 ».

Portata al Catasto del 1480 dello stesso Giovanni
fatta nel luglio o agosto di quell'anno. Le omis-
sioni rappresentano ripetizioni della portata an-
tecedente. Portata al Catasto del 1498 dello stesso
Giovanni fatta circa il ro aprile 1495 come perla
nota sulla pagina prededente « R° Frane0 detto
di X d'aprile 1495 ». Cito soltanto le porzioni di-
verse dalle altre portate.

r. Quartiere di Santa Ma Nova Gonf. Vipera
Giovannj di Bernardo d'Antonio lastraiuolo an-
dava pel Piviere dj Santo Giovannj dj Firenze
e Popolo dj Santo Michele Bistomini.

Sustanze

La metà per non divisa chon figliuolj e rede
dj Cionc da Stia dj Chasentino d'una chasetta
chon terre vingniate e sodj e alberate posta nel
Popolo dj Santa Maria a Falchano luogho detto
Apertagano da prima la chiesa di San Gusto
2 rede dj Nannj di Nicholò 3 fossato 4 rede di
Cino detto.

La metà per non divisa chon Bernardo d'An-
tonio da Pomino d'un pezo di terra lavoratia
vingniata chon querej posta nel detto Popolo
luogho detto alla Pennuccia da prima via 2 erede
loading ...