Pernier, Luigi
Il palazzo Minoico di Festòs: scavi e studi della missione archeologica italiana a Creta dal 1900 al 1950 (Band 1): Gli strati più antichi e il primo palazzo — [Rom], 1935

Page: 67
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/pernier1935bd1/0091
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
CAPITOLO I

SAGGI PER DETERMINARE LA CONFORMAZIONE
ORIGINARIA DEL COLLE, LA QUALITÀ
E LO SPESSORE DEGLI STRATI

A. - Già nel 1901, scavando un pozzo di saggio sotto lo strato
di calcestruzzo, gettato contro le fondamenta della facciata occiden-
tale del secondo palazzo, in rispondenza ai vani 17-18, si trovarono
un avanzo di costruzione antichissima, il cui piano di posa è a
circa m. 3,10 sotto il pavimento del secondo palazzo, e, nel riem-
piticcio aderente o sottostante ad essa, numerosi relitti di epoca
neolitica.

Nel 1902, per chiarire la natura dei ruderi e degli strati di epoca
anteriore alla costruzione del palazzo, praticammo una trentina di
pozzi di saggio, scendendo fino al terreno vergine, nelle varie parti
dell'edificio, sa tutta la sua estensione; ma a questo genere d'indagine
diedi il massimo sviluppo nel 1906, con la collaborazione del profes-
sore A. Mosso, aprendo altrettanti pozzi sulle linee mediane dell'e-
dificio da nord a sud e da est ad ovest per studiare lo spessore e
la natura degli strati primitivi e l'andamento della roccia. Scavai
ancora qualche altro saggio, per controllo delle stratificazioni, fra
il 1928 e il 1930.

Tutti questi saggi, di cui è indicato il sito nella pianta alla fig. 14,
dopo accurato studio, furono ricoperti per non menomare la stabi-
lità e l'accessibilità degli ambienti del palazzo ; eccettuati però i più
istruttivi dal punto di vista stratigrafico, e cioè quelli che ancora si
vedono aperti entro il vano 74 e all'esterno dei vani 17-18. 0

' 67 <
loading ...