Pernier, Luigi
Il palazzo Minoico di Festòs: scavi e studi della missione archeologica italiana a Creta dal 1900 al 1950 (Band 1): Gli strati più antichi e il primo palazzo — [Rom], 1935

Page: 161
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/pernier1935bd1/0185
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
EDIFICI DI EPOCA MEDIO-MINOICA, ADIACENTI
0 VICINI AL PALAZZO

CAPITOLO I

CASA CON DEPOSITO DI VASI FITTILI SULLA CHINA
A SUD-OVEST DEL PALAZZO

A. - Quando, con la scoperta di grandiose sostruzioni a blocchi
ciclopici e di un breve tratto di muro a ortostati nella regione sud-
ovest dell'acropoli, acquistammo la certezza che su questa dovevano
celarsi i ruderi di un palazzo, simile a quello che si stava scoprendo a
Cnossòs, subito ci preoccupammo del problema dello scarico della
terra, ed eseguimmo una serie di pozzi di saggio nell'avvallatura a
sud-ovest del colle per assicurarci che, scaricando materiali di sterro
in quel luogo, non si ricoprissero parti del palazzo o altre costruzioni
notevoli.

Uno dei pozzi di saggio ci fece scoprire un fondo di casa con vasi
di Camàres.I}

Alla profondità di m. 4,70 dal piano di campagna s'incontrò
il terreno sodo, sul quale erano fondati i muri perimetrali d'un
vano rettangolare. Tali muri, conservati per l'altezza di più d'un
metro, erano fatti di piccoli sassi congiunti irregolarmente con malta
argillosa. Del muro orientale si scoprì un tratto lungo m. 3 ; quello
settentrionale aveva la lunghezza di m. 2,60; quello occidentale,
lungo m. 1,90, formava angolo retto con altro tratto di muro che
proseguiva verso ovest e sembrava la fiancata di un passaggio ad
un vano contiguo. Non si seguirono più oltre le tracce dei muri,

' l6l '

21
loading ...