Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 7.1897

Page: 260
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1897/0274
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
ATTI DELLA SOCIETÀ

(1901).

Adunanza del 20 marzo igoi. — Presiede il presidente
Ferrerò, il quale commemora il socio effettivo Pietro Costa,
scultore, morto recentemente in Roma; propone, e l'adu-
nanza approva, che siano mandate condoglianze alla vedova.

Si dà lettura di una lettera del Sindaco di Susa nella
quale si ringrazia la Società del dono fatto a quel Muni-
cipio di dieci esemplari del libro : L'are d'Auguste à Suse.

Il socio Rondolino legge un suo lavoro sulla pittura tori-
nese nel medio evo, di cui è approvata la stampa negli Atti.

Il socio Scati fa alcune considerazioni sulle cause che
nella nostra regione hanno prodotto la distruzione di quasi
tutti gli antichi monumenti d'arte.

Il socio Assandria parla di un curioso cofano del se-
colo XIV destinato a racchiudere come reliquia la tonaca
di S. Francesco, e adorno dello stemma dei Falletti.

Il Presidente annunzia che il socio corrispondente Eu-
sebio gli scrisse dandogli informazioni sul nascente Museo
civico di Alba e su alcune scoperte archeologiche nel ter-
ritorio albese. Esprime la sua soddisfazione per l'istituzione
di questo museo locale, e ricorda che un altro museo è
pur sorto da poco, a Bene Vagienna, per opera dei soci
Assandria e Vacchetta. Vari socii fanno voti per la istitu-
zione di nuovi musei locali nel Piemonte.
loading ...