Atti della Società di Archeologia e Belle Arti per la Provincia di Torino — 7.1897

Page: 52
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/attisoctorino1897/0066
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
ATTI DELLA SOCIETÀ

(1895).

Adunanza del 20 marzo. — La Società, ricordando gli
scavi compiuti nell'ultimo ventennio in Piemonte, a parecchi
dei quali ( Avigliana, Carrù, Crescentino, Palazzolo Vercellese,
Monteu da Po, ecc.) essa ebbe parte coi maggiori fondi,
di cui un tempo disponeva, tenendo conto degl'importanti
risultamenti, che da tali scavi si ottennero, discute sulla
convenienza di ripigliarli in quei luoghi dove non furono
esauriti ed in altri, dove, con escavazioni regolari, si ha
fondata speranza di poter fare scoperte notevoli per la
scienza. E a tal uopo essa giudica opportuno di esporre i
suoi voti al R. Governo perchè nel Piemonte si riprendano
scavi archeologici.

La Società accoglie la proposta del socio Brayda di
esprimere all'Autorità municipale di Torino il voto che sia
conservata la casa antica posta in via Porta Palatina, n. 20,
che si vuole demolire.

Essa quindi approva per la stampa nei suoi Atti il lavoro
del socio Brayda sopra la casa antica da lui ristorata in
Torino, via Giacomo Leopardi, n. 12; la relazione del socio
Assandria e del socio corrispondente Vacchetta sugli scavi
del teatro dell'Augusta Bagicnnorum e sulle antichità rac-
colte nel Museo civico di Bene Vagienna, una nota del socio
corrispondente De Jordanis sopra alcune iscrizioni inedite
del Canavese.
loading ...