Schlosser, Julius von ; Rossi, Filippo [Transl.]
La letteratura artistica — Florenz, 1964

Page: VII
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/schlosser1964/0009
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
A KARL VOSSLER

Egregio amico,

Non senza una ben ponderata ragione offro proprio a Voi questo
libro, nonostante i suoi molti difetti, — ne son certo, — e nonostante
che noi lavoriamo in due campi cosi diversi della « filologia ». Nei
vostri scritti, che seguo attentamente da molti anni, trovo uno spùito
cui mi sento in qualche modo affine e che non è quasi mai in oppo-
sizione con la mia materia; che anzi io ne ho tratto non solo godi-
mento ma anche moltissimi ammaestramenti e incoraggiamenti. Voglio
quindi esporvi in poche parole la storia di questo libro, che a quello
spirito appartiene, come ad ogni problema del pensiero; e ciò facendo
seguo soprattutto il consiglio di un nostro grande amico comune,
Benedetto Croce.

I saggi qui riuniti apparvero, negli anni della guerra, nei « Sit-
zungsberichte » (Philosophisch-historische Klasse) della Accademia
Viennese delle Scienze col titolo Materialien zur Quellenkunde der
Kunstgeschichte (10 fasce. 1914-1920). Ma il loro inizio risale a più
che un quarto di secolo fa: la loro origine concreta è in una necessità
da me sentita e in una certa passione di raccoglitore, che mi fece
mettere insieme una biblioteca di storia e di teoria delV arte, spe-
cialmente italiana, quasi completa e in ogni modo notevolissima per
un privato: in Italia, che a me è familiare per tradizione e in parte
anche per la provenienza dei miei avi, ha questa letteratura la sua
origine e la sua importanza sostanziale. Anche di questo libro si
può dire che esso ha per centro VItalia, di cui soltanto volevo dap-
prima occuparmi; e corrisponde a verità quello che ha detto un
giudice benevolo che io ho percorso piuttosto en touriste le altre
regioni, specialmente per i tempi più tardi. Fino dagli inizi della
mia carriera scientifica la conoscenza e la critica delle fonti sono
state il mio tema preferito anche per le mie spiccate inclinazioni let-
terarie; e a ciò ha contribuito Tessere io uscito dalla scuola storico-
filologica del Sickel e del Wickhoff. Riconosco perfettamente i difetti
e le lacune del tentativo in cui ho riassunto i miei studii di molti
anni, difetti e lacune che altri lavorando in un campo determinato
loading ...