Bullettino archeologico sardo ossia raccolta dei monumenti antichi in ogni genere di tutta l'isola di Sardegna — 6.1860

Page: 62
DOI article: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/bullarchsardegna1860/0066
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
sopra j pure il desiderio dell' oro fa raddoppiare gli sforzi
degli scavatori per trovare qualcheduna delle tombe sfug-
gite agli antichi ricercatori, i quali, senza pratica e senno,
rovinarono quei ricchi ipogei , guidati solo dall' ingordigia
del metallo. Oltre alcune statuette di terra cotta ben pan-
neggiate , abbiamo avuto due dei più grossi anelloni cri-
nali attortigliati nel linimento , e due singolari orecchini
di nuova forma. Sono dessi di quei bislunghi terminanti
in croce ansata , ma a vece di questa hanno la mezza
luna rivolta, e nella punta delle corna , e nel mezzo della
sua curvità hanno pendenti altre piccole mezze lune. Que-
st' ornamento muliebre era comune nelr Egitto da cui lo
presero le donne ebree , perchè Isaia , tra gli abbiglia-
menti delle donne gerosolimitane nomina le lunulae (Is. Ili
v. i8l Finalmente una bella smaniglia ornata di un grosso
bottone, depresso e lavorato a raggj : forse serviva pure
per anello di naso (epirrinion) , nel qual caso è il più
grande che finora siasi scoperto.

G. Spano

ISCRIZIONI LATINE



BONO ET INOCENTI IS
PIRITO RESPECTI QVI VI
XIT AN. I. M. IIII ROGATVS
LECTOR FILIO PIISSIMO
FECIT IN XRX IS (Christo Jesuì)

-

Lapida incastrata nel muro a destra del Gabinetto La-
pidario del R. Museo. Il padre Rogato pose il titolo al
suo tenero figlio Respecto che visse un anno e mesi 4-
loading ...