L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 10.1907

Page: 40
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1907/0077
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
40

ADOLFO VENI URI

similissime nell’ orlo del manto di Cristo. La stessa mano è poi evidente nella tonalità delle
carni rosate, nella modellatura, in tutto.

Parecchi altri simili Cristi si trovano l’uno nella collezione del principe Doria, più tra-
scurato tra tutti (fig. 6), un secondo nella galleria degli Uffìzi, dov’è giunto per dono recente
del professore Elia Volpi, che bene ha riconosciuto l’enigmatico pittore nella sua tavoletta
(fig. 7) ; un terzo presso gli eredi dell’Avvocato Mazocchi in Roma.

Anche in queste imagini si scorge come il pittore, determinata una forma, la ripetesse
con poche ma studiate varianti; la sinistra distesa sulla croce nella tavola della galleria
estense, tiene, nelle altre tavolette, con maggiore o minor forza il pesante legno. Sulle brevi
trame pittoriche, il pittore-miniatore ricamava sempre più diligente e più meditato.

Adolfo Venturi.
loading ...