L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 15.1912

Page: 389
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1912/0435
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
GLI AFFRESCHI DELLA CAPPELLA CALDORA

389

delicata decorazione. Nel mezzo siede la Vergine con le mani giunte circondata dai discepoli
di Gesù, anch’essi seduti su uno scanno quasi circolare, onde alcuni si presentano di schiena
all’osservatore. I lineamenti e il modellato della Vergine, dal viso dolcissimo, la compostezza
e le forme armoniose del corpo, dànno un insieme che deve giudicarsi una squisita opera
d’arte. E non meno artistica è la trovata delle posture e movimenti degli apostoli, cosa
che rivela una non comune facilità di comporre e un artista che non seguì pedantescamente i

Gesù condotto al Calvario. Sulmona, Santo Spirito. Cappella Caldora.

suoi predecessori e contemporanei, pur avendoli assimilati in vari momenti. Le scene descritte
sono una parte delle storie dipinte nella cappella; le altre, che erano nella parete di fronte,
furono distrutte quando vi addossarono l’altare àe\Y Ecce Homo: di esse rimangono le tracce.

Un muretto in laterizi chiudeva la grande nicchia che accoglie il sarcofago monumen-
tale dei Caldora ; gli affreschi, quindi, compiuti dall’ istesso artista, sono qui meglio conser-
vati. Nel fondo, proprio nell’area che sta al di sopra della cassa, è la Deposizione dalla
Croce, « grandiosamente segnata, con figure dalla espressione tormentata eccessiva, ma di
una disinvoltura e d’una larghezza insospettate ».: La Vergine col Figlio sulle ginocchia, la

A. Venturi, op. cìt.
loading ...